Graduatorie ATA 2024: obbligatoria la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale

Tra le principali novità del Concorso ATA Terza Fascia 2024 vi è la “Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale” come titolo di accesso a quasi tutti i profili professionali. È possibile ottenerla sostenendo il “Test di conformità DigComp 2.2” se si è già in possesso del certificato ICDL Full Standard. Vediamo nel dettaglio di che si tratta e come ottenerla.
By Laura Bitonti 2 settimane ago

Tra le principali novità del Concorso ATA Terza Fascia 2024 vi è la “Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale” come titolo di accesso a quasi tutti i profili professionali. È possibile ottenerla sostenendo il “Test di conformità DigComp 2.2” se si è già in possesso del certificato ICDL Full Standard. Vediamo nel dettaglio di che si tratta e come ottenerla.

Dal 28 maggio 2024 il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha dato il via all’aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia del personale ATA, secondo quanto previsto dal Decreto Ministeriale n. 89 del 21 maggio 2024.
Tali graduatorie avranno validità triennale (dal 2024-25 al 2026-27) e serviranno a garantire le supplenze in sostituzione del personale temporaneamente assente e a coprire i posti resisi disponibili dopo il 31 dicembre di ciascun anno. 

Gli aspiranti potranno inviare entro il 28 giugno 2024 un’unica domanda per l’inserimento, la conferma o l’aggiornamento di uno o più dei seguenti profili nelle graduatorie di circolo e d’Istituto: 

  • Assistente amministrativo 
  • Assistente tecnico 
  • Cuoco 
  • Infermiere 
  • Guardarobiere 
  • Operatore dei servizi agrari 
  • Operatore scolastico 
  • Addetto alle aziende agrarie 
  • Collaboratore scolastico. 

Le novità principali: la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale 

Il sistema quest’anno sarà completamente digitalizzato per consentire una valutazione delle domande più rapida ed efficiente. Inoltre, un’importante novità riguarda la “Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale” richiesta come titolo obbligatorio di accesso a tutti i profili, ad eccezione del collaboratore scolastico. 

Con tale certificazione si intende, come testualmente riportato dalla Dichiarazione Congiunta allegata al CCNL del 18 gennaio 2024, “la certificazione rilasciata da un ente accreditato presso l’ente di accreditamento nazionale che attesta la competenza e l’indipendenza degli organismi di certificazione e la conformità delle certificazioni ai framework europei. Tale certificazione deve essere registrata presso il medesimo ente di accreditamento, essere in corso di validità all’atto dell’iscrizione in graduatoria, attestare il superamento di un test finale relativo all’acquisizione delle competenze informatiche richieste, tra le quali: conoscenza dei sistemi operativi, di word processor, di fogli elettronici, di gestione della posta elettronica.”. 

Con questo requisito fondamentale si conferma sempre di più l’importanza e la valorizzazione delle competenze digitali in un mondo in costante evoluzione tecnologica, e certificare tali competenze diventa un passo decisivo per chiunque voglia far parte del personale ATA.
La certificazione ha l’obiettivo di uniformare il sistema educativo italiano ai modelli di formazione europei, nell’ambito più ampio della transizione digitale. 

Come ottenere la “Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale”? 

Per dare la possibilità a chiunque di partecipare alle graduatorie ATA, AICA ha messo a disposizione la certificazione ICDL Full Standard e il “Test di conformità DigComp 2.2 per utente qualificato di computer”, accreditato da Accredia e riconosciuto nei principali bandi e concorsi pubblici.
Il Test di conformità, acquistabile qui, è stato sviluppato per consentire a chi è già in possesso del certificato ICDL Full Standard in corso di validità di certificare anche la conformità al framework europeo DigComp 2.2, ottenendo così il riconoscimento come “Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale” richiesta dal bando ATA.  

Gli aspiranti all’inserimento nelle graduatorie hanno tempo fino al 30 aprile 2025 per acquisire la certificazione internazionale. Entro la stessa data, i dipendenti già inseriti nelle graduatorie che non siano in possesso della certificazione, dovranno acquisirla. Decorsa tale data essi decadono dalle graduatorie stesse.   

Le certificazioni informatiche diverse da quella di alfabetizzazione digitale prevista quale titolo di accesso, come le varie certificazioni ICDL, potranno essere presentate per aumentare il proprio punteggio. Verrà valutato un solo titolo che permetterà di conseguire 0.25 punti e che dovrà essere posseduto entro la scadenza del Bando. 

Cos’è il DigComp 2.2? 

Il Digital Competence Framework for Citizens (quadro delle competenze digitali per i cittadini), noto anche come DigComp, è un quadro di competenze digitali creato dalla Commissione Europea per fornire un linguaggio comune nell’identificare le aree chiave delle competenze digitali. È uno strumento a livello europeo per migliorare le competenze digitali dei cittadini e aiutare i responsabili politici a formulare politiche e iniziative di istruzione e formazione che supportino lo sviluppo delle competenze digitali.
Sono state identificate 21 competenze digitali, raggruppate in cinque aree: Informazione, Comunicazione, Creazione di Contenuti, Sicurezza e Risoluzione dei Problemi.
Per ognuna delle competenze sono stati definiti 8 livelli di competenza, che vanno dal livello base a quello specializzato. 

Come si svolge il Test di conformità DigComp 2.2 per utente qualificato di computer? 

Il test di conformità è stato progettato a partire da un’analisi delle differenze tra i 7 moduli della certificazione ICDL Full Standard rispetto a quanto richiesto da DigComp 2.2 e ha identificato conoscenze e abilità non presenti o presenti solo in parte nei 7 moduli.  

Per sostenere il test è necessario essere in possesso di una certificazione ICDL Full Standard in corso di validità.
Questo test non fornisce una valutazione di tipo superato/non superato, ma stabilisce il livello di competenza in ciascuna delle 5 aree coperte dal framework DigComp 2.2.
La verifica è composta da domande a scelta multipla, che vengono proposte al Candidato in modo incrementale per livelli, fino al livello Avanzato 5 compreso e non oltre, essendo questo il livello più prossimo alle competenze certificate da ICDL Full Standard. La durata del test è di 90 minuti 

Il Test di conformità si potrà sostenere attraverso i Test Center qualificati da AICA, sia in presenza sia in remoto, e si svolgerà secondo le rigorose procedure di qualità di AICA coerenti con le norme di ACCREDIA. Si potrà ripetere il test DigComp 2.2 in qualsiasi momento. 

Chi non è ancora in possesso del certificato ICDL Full Standard ha la possibilità di prepararsi e certificarsi acquistando il pacchetto ICDL Full Standard. Con questo pacchetto si ha a disposizione un percorso completo che, attraverso un corso online e una simulazione d’esame per ciascuno dei 7 moduli previsti (Computer Essentials, Online Essentials, Word Processing, Spreadsheets, Presentation, Online Collaboration, IT Security), accompagna il candidato fino all’esame e al raggiungimento della certificazione ICDL Full Standard. 

Category:
  NEWS